Il concorso della scuola secondaria

Il 30 ottobre 2019 il governo ha inserito nel Decreto scuola il concorso ordinario per la scuola secondaria di primo e secondo grado. Nel documento si afferma la volontà del MIR di voler bandire contemporaneamente sia il concorso ordinario che il concorso ordinario per docenti. In totale i posti per i nuovi docenti di scuola media e superiore (licei, istituti tecnici ed istituti professionali) saranno circa 50.000.

Decreto-Legge-29-ottobre-2019-n.-126

 

 

 

 

 

Requisiti per partecipare al concorso scuola secondaria

Alla selezione si potrà concorrere sia per i posti comuni che per quelli di sostegno. Ecco quali sono tutti i requisiti per poter partecipare al concorso scuola ordinario – posti comuni:

– abilitazione sulla specifica classe di concorso;

– laurea (vecchio ordinamento, specialistica, magistrale, diploma di II livello AFAM, oppure titolo equipollente o equiparato coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso) + 24 CFU (Antropologia, Psicologia, Pedagogia, Metodologie e tecnologie didattiche);

– abilitazione per altra classe di concorso o altro grado di formazione, a condizione che si abbia il titolo di accesso alla classe di concorso;

– laurea più tra annualità di servizio durante gli ultimi otto anni. Chi ha questo requisiti può partecipare al concorso per una delle classi per cui ha almeno un anno di servizio.

Effettua una semplice e rapida ricerca per scoprire a quale classe di concorso il tuo titolo di studio ti permette di accedere

Con il diploma di scuola secondaria superiore si accede invece alle classi di concorso per ITP (Insegnante tecnico-pratico). Questo requisito sarà in vigore sino all’anno scolastico 2024/2025. 

Se invece si parla dei requisiti che permettono di accedere al concorso ordinario per i posti di sostegno, a quelli previsti per i posti comuni e per gli ITP deve essere aggiunto il titolo di specializzazione sul sostegno. 

Ora che conosci tutti i modi per partecipare al concorso scuola, voglio parlarti delle prove del concorso della secondaria. 

Prove posti comuni

Sono previste due prove scritte ed una orale.
– La prima è inerente ai programmi delle discipline della classe di concorso. Il punteggio minimo per ritenerla superata è di 7/10 o equivalente.
– La seconda prova scritta riguarda le conoscenze e gli obiettivi formativi nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e sulle metodologie e tecnologie didattiche (i programmi dei 24 CFU). Anche in questo caso il punteggio minimo è 7/10 o equivalente.
Alla prova orale si accede soltanto superando le prime due. Nel dettaglio, è svolta come un colloquio per valutare il grado di conoscenze e competenze nelle discipline della classe di concorso. Inoltre, la prova valuterà anche la conoscenza di una lingua straniera europea (almeno livello B2 del QCER) e le competenze didattiche nelle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Il punteggio minimo da raggiungere è sempre 7/10.

Prove posti di sostegno

I candidati devono sostenere due prove: una scritta ed un’altra orale a cui si accede soltanto superando la prima.
– Lo scritto valuta le conoscenze e competenze sulla pedagogia speciale, sulla didattica per l’inclusione scolastica e sulle relative metodologie. Il punteggio minimo è 7/10.
– La prova orale verte sulle conoscenze e competenze della classe di concorso e comprende anche l’esame sulla conoscenza di una lingua straniera europea (almeno livello B2 del QCER) e le competenze didattiche nelle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. La prova si ritiene superata conseguendo un punteggio minimo di 7/10.